giovedì 19 maggio 2016

TATIN DI POMODORINI DELLA VITTO. LA PIÙ BUONA CHE C'E




e se non si dice "la più buona", pazienza. 
Intanto, lo è


da Torte Salate- I libri dell'MTC
 
per uno stampo da 20 cm di diametro
150 g di pasta brisé*
24 pomodorini ciliegia
1 cucchiaio di aceto balsamico
1 cucchiaio di zucchero di canna
qualche rametto di timo fresco
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
foglie di timo per decorare



In una padella che possa contenere i pomodorini scaldate l'aceto balsamico con lo zucchero e il timo: fate sciogliere lo zucchero a fiamma bassa, poi aggiungete i pomodorini e fateli caramellare, muovendo con delicatezza la padella in modo che lo zucchero sciolto li ricopra da ogni parte. Spegnete il fuoco dopo qualche minuto e lasciate raffreddare in padella.
Accendete il forno a 200°C.
Ungete leggermente lo stampo e disponetevi i pomodorini, ben ravvicinati tra loro. Bagnateli con il liquido di cottura.
Stendete la pasta in un cerchio sottile, del diametro di circa 24 cm e posatelo sopra i pomodorini: ripiegatelo delicatamente, cercando di infilarlo fra questi ultimi e il bordo dello stampo. Bucherellate la superficie senza forarla, con una forchetta, e fate cuocere per 20-25 minuti, fino a quando la pasta sarà ben dorata. Sfornate, lasciate intiepidire per qualche minuto, poi sformate la torta su un piatto da portata, in modo che i pomodorini risultino rivolti verso l'alto. Decorate con foglioline di timo, irrorate con un filo di olio extravergine e servite

Note mie
150 g di pasta brisée si preparano con circa 100 g di farina debole, 50 g di burro freddo e 20 ml di acqua fredda, più un pizzico generoso di sale. Nella mia ho aggiunto anche un cucchiaino raso di timo secco.

Il numero dei pomodorini varia a seconda della misura. Se sono grossi, ve ne bastano 24. I miei erano minuscoli e me ne son serviti di più. Compratene una trentina, che se mai dovessero avanzare non sarà un sacrificio, mangiarseli così. 

Attenti a maneggiarli da caldi, perché bruciano parecchio. Aiutatevi con un cucchiaino per disporli sul fondo dello stampo. 

Servite con insalata verde o mista.